Igiene intima: meno è meglio

Si dice che una cattiva igiene intima possa fare più danni che nessun tipo di igiene. Può sembrare un'esagerazione, ma è assolutamente vero. Cattive abitudini igieniche possono infatti mettere in pericolo il benessere vaginale, perciò è importante seguire alcuni principi fondamentali che determinano una corretta igiene intima.

Non è affatto raro che una donna possa provocarsi da sola dei fastidi intimi, perché spesso si pensa che per la propria igiene intima “più è meglio”. Invece è vero l'esatto contrario: “meno è meglio”.


Meccanismi protettivi del nostro organismo

Il nostro organismo è strutturato per essere sempre in uno stato di equilibrio. Un meccanismo complesso, basato su delicati principi di funzionamento che mantengono il corpo in efficienza e in buona salute. Ecco la ragione per cui l'area intima ospita milioni di batteri che convivono in armonia, in un ecosistema stabile e senza alcun tipo di problema. Questo vale finché la proporzione tra batteri buoni e batteri cattivi non viene alterata. Quando i batteri buoni diminuiscono quelli cattivi proliferano, scatenando infezioni come la vaginosi batterica, con i suoi fastidiosi sintomi: perdite dall'odore di pesce, bruciore, prurito e irritazioni. Per fermare l’infezione bisognerebbe invertire il processo, riducendo il numero dei batteri nocivi e stimolando la crescita di quelli buoni.

Quando si guarda al ruolo protettivo dell'epidermide, bisogna prima comprenderne la struttura e capire come può venire danneggiata. La superficie cutanea è ricoperta da uno strato idrolipidico che agisce da prima difesa contro gli agenti irritanti e infettivi. Purtroppo, questa "barriera" può essere facilmente danneggiata da saponi e detergenti aggressivi che rimuovono lo strato protettivo superficiale, lasciando la pelle indifesa. Ecco perché lavarsi troppo spesso, o usare un detergente inadatto, può aprire la strada a irritazioni e infezioni.


"L'epidermide della zona intima è sottile e molto delicata. Lavaggi troppo frequenti, attriti o detergenti aggressivi possono causare irritazioni e infezioni."


Cosa significa esattamente “meno è meglio”?

È importante tenere a mente che l'epidermide dell'area intima è sottile e molto delicata. Lavaggi troppo frequenti, attriti o detergenti aggressivi possono causare irritazioni e infezioni. È consigliabile lavarsi una volta al giorno con acqua o un detergente intimo delicato privo di profumi o altre sostanze potenzialmente irritanti.


Bisogna poi asciugarsi accuratamente con un asciugamani morbido e pulito, tamponando delicatamente senza strofinare. Se si sente la necessità di lavarsi più spesso (soprattutto durante le mestruazioni, dopo l'esercizio fisico o in caso di sudorazione eccessiva), si possono utilizzare salviettine intime non profumate o semplicemente lavarsi con acqua.