Igiene intima: cosa fare e cosa non fare

La corretta igiene intima fa davvero la differenza per la salute. Diminuisce il rischio di contrarre un’infezione, può rendere più veloce la guarigione, e prevenire sintomi fastidiosi come irritazioni e perdite anomale. Qui puoi trovare alcuni consigli!

SÌ: lavare le parti intime ogni giorno

Basta usare acqua tiepida o un detergente intimo delicato, una volta ogni giorno.

NO: usare il sapone

Il sapone è molto alcalino e aggredisce lo strato protettivo della cute, di per sé già sensibile, delle parti intime. Scegliere sempre un detergente delicato senza sapone, profumi o coloranti.

SÌ: usare salviettine intime in caso di necessità

Soprattutto durante il ciclo, quando fa più caldo, o in viaggio.

NO: indossare biancheria intima attillata o in materiale sintetico

Le fibre sintetiche non lasciano traspirare la pelle, aumentando temperatura e umidità. Si creano così, le condizioni ideali per la proliferazioni di microbi. Indumenti troppo stretti provocano sfregamento, che irrita la pelle. Queste due situazioni facilitano le infezioni vaginali. E’ consigliabile scegliere fibre naturali ed evitare di indossare, a lungo, abiti o biancheria intima stretti.

SÌ: pulirsi da davanti a dietro

E’ facile che i batteri intestinali possano contaminare la zona intima, quindi pulirsi sempre da davanti a dietro. Utilizzare anche carta igienica incolore e senza profumi, in modo da evitare, così, eventuali irritazioni.

NO: usare profumi o deodoranti per “migliorare” il proprio odore intimo

Ciascuna donna ha il proprio odore intimo, e in assenza di problemi non dovrebbe essere sgradevole. Un odore forte può indicare la presenza di un’infezione.

SÌ: applicare un prodotto lenitivo dopo la depilazione

Qualsiasi metodo depilatorio si scelga, utilizzare un idratante prima della depilazione, e un lenitivo dopo, per evitare irritazioni cutanee.

NO: tenere lo stesso salvaslip tutto il giorno

I salvaslip non sono indicati per essere tenuti a lungo. Come la biancheria in fibra sintetica, anche il salvaslip impedisce la traspirazione, facilitando irritazioni e aumentando il rischio di infezioni. Lo stesso vale per gli assorbenti, poiché il sangue mestruale rimane a contatto diretto con la pelle. Cambiare il salvaslip o l’assorbente ogni 3 o 4 ore, appena prima di andare a letto, e appena sveglie.

SÌ: tamponare invece di strofinare

Dopo essersi lavate, asciugare bene le parti intime, tamponando delicatamente la pelle con un asciugamani pulito e asciutto.

NO: usare prodotti contenenti irritanti o allergeni

Evitare i prodotti contenenti detergenti aggressivi, profumi, coloranti e conservanti