Cosa significa igiene intima corretta?

Si dice spesso che un’igiene sbagliata sia ancora peggio di "nessuna igiene". Non si tratta di un’esagerazione, perché cattive abitudini igieniche possono essere alla causa di squilibri e infezioni intime. Qui trovi le risposte alle domande più frequenti su questo argomento.

Con quale frequenza si dovrebbero lavare le parti intime?
È consigliato lavarsi una volta al giorno con acqua tiepida o un detergente intimo. Tuttavia, nei mesi più caldi, durante le mestruazioni o dopo attività sportive, si sente il bisogno di lavarsi più spesso. Questo va bene, ma in caso di lavaggi frequenti è meglio usare solo acqua. Ricordati anche di asciugare bene la zona tamponando delicatamente con un asciugamani morbido, pulito e asciutto.

Che tipo di detergente intimo è meglio usare?
Non utilizzare il normale sapone. È troppo aggressivo per la cute delicata delle nostre parti intime. Il sapone infatti può danneggiare la barriera protettiva superficiale della pelle, facilitando lo sviluppo di potenziali infezioni. Meglio scegliere un prodotto con principi funzionali di origine vegetale, privo di saponi, detergenti aggressivi, profumi, coloranti e conservanti, oppure utilizza semplice acqua tiepida.

Posso utilizzare le salviettine intime?
Quando sei fuori casa, le salviettine intime sono una buona soluzione - in viaggio, durante l'estate o quando sudi di più, possono darti tutta la freschezza di cui hai bisogno. Assicurati però che siano specifiche per l’igiene intima, e che non contengano sostanze chimiche aggressive, profumi o coloranti.

"Non usare il normale sapone, è infatti troppo aggressivo per la pelle delicata della zona intima."


È così importante che gli indumenti intimi siano di cotone?
Le fibre sintetiche impediscono alla pelle di respirare, aumentando la sudorazione e la temperatura nella regione intima. Come probabilmente sai, quando l'umidità è eccessiva, e il passaggio dell'aria insufficiente, i microbi proliferano più facilmente. Anche un abbigliamento troppo attillato può causare un eccessivo attrito e causare danni alla superficie cutanea. Questo tipo di indumenti possono essere utilizzati occasionalmente e per breve periodi, mentre il cotone è ideale per l’uso quotidiano. Un altro buon consiglio può essere quello di dormire senza indumenti intimi, dando così maggiore possibilità alla pelle di respirare e rigenerarsi durante il riposo.

Perché si raccomanda di non utilizzare carta igienica profumata o colorata?
I profumi e i coloranti utilizzati per dare fragranze o colori particolari alla carta igienica (e ad altri prodotti come ad esempio lozioni, spray vaginali e bagnoschiuma) sono spesso molto aggressivi e possono causare sintomi fastidiosi come irritazioni e perdite. Per questo andrebbero evitati. Parlando di igiene, dopo essere andate in bagno mai pulirsi da dietro in avanti, perché questo potrebbe favorire la contaminazione di batteri intestinali, responsabili di infezioni.

Posso deodorare le mie parti intime? Ognuno ha il proprio personale odore intimo e questo non deve essere considerato un problema, anche se a volte può essere motivo di imbarazzo. Applicare profumi o spray vaginali può causare irritazioni e altri sintomi quali perdite, bruciore e perfino un odore ancora più sgradevole.

Ogni quanto devo cambiare il salvaslip?
Ogni 3 o 4 ore. Questo vale a maggior ragione per gli assorbenti, dato che il sangue mestruale rimane in contatto con la pelle e il rischio di irritazioni è più alto.