Sensibilità vaginale

Qualsiasi tipo di sensibilità e fastidio nell'area vaginale può metterci molto a disagio e renderci nervose, con la sensazione che qualcosa non sia a posto “proprio lì”. La sensibilità vaginale si manifesta come dolore o sensibilità al tatto, soprattutto durante il rapporto. Questi sintomi possono anche essere accompagnati da altri disagi, tra cui variazioni nelle perdite, prurito vaginale, bruciore, gonfiore, arrossamento, ecc. Le cause più comuni di sensibilità e dolore sono irritazioni, infezioni e secchezza. Il trattamento deve essere differente a seconda della causa.

Squilibrio nella flora vaginale

Nella regione intima convivono milioni di microbi buoni che costituiscono la flora vaginale. Una volta che questo delicato equilibrio si altera, e i batteri buoni riducono il loro numero, lieviti o batteri nocivi iniziano a proliferare senza controllo, causando prurito e irritazione. Se non si resiste alla tentazione di grattarsi, si può facilmente danneggiare i tessuti e provocare ulteriore irritazione, gonfiore e dolore. Se si soffre spesso di infezioni micotiche, si può provare a utilizzare un prodotto vaginale che contiene prebiotici. Un gel prebiotico, infatti, aiuta a stimolare la crescita dei batteri buoni e contribuisce a riequilibrare la flora vaginale.

Secchezza vaginale

Durante i rapporti, la penetrazione senza sufficiente lubrificazione può danneggiare le pareti vaginali e altri tessuti della regione intima, causando infiammazione e dolore. La secchezza può essere causata da cambiamenti ormonali durante la menopausa, in gravidanza, durante l'allattamento o una terapia contraccettiva. Dedicare il tempo sufficiente ai preliminari in modo che la lubrificazione naturale sia adeguatamente stimolata. Se si soffre di secchezza vaginale, si può provare a utilizzare un idratante o un lubrificante vaginale. Un idratante, che può essere utilizzato anche quotidianamente, aiuterà a liberarsi dalla sensazione di secchezza per diversi giorni, mentre i lubrificanti sono destinati ad essere impiegati prima di avere rapporti sessuali e si limitano a fornire sollievo per un breve lasso di tempo.

Menopausa

Quando i livelli di estrogeni calano il tessuto vaginale perde spessore, elasticità e la naturale lubrificazione. Il risultato sono più pareti sottili che possono essere danneggiate facilmente e una sensazione di attrito durante il rapporto. Questa condizione si chiama atrofia vaginale e di solito si traduce in una perdita della libido, poiché l'attività sessuale può diventare fastidiosa e dolorosa. Come per la secchezza vaginale, un rimedio può essere l'uso di idratanti vaginali e lubrificanti.

Irritazione

I prodotti con sostanze chimiche aggressive, detergenti troppo forti, comune sapone, profumi, coloranti e conservanti possono irritare la zona intima, causando gonfiore, bruciore e dolore. Evitare questo tipo di prodotti e sceglierne invece di appositamente studiati per l’igiene intima. Tra questi, vi sono anche lavande a base di ingredienti di origine vegetale, in grado di detergere delicatamente nel rispetto del pH vaginale.

Alcune malattie sessualmente trasmissibili potrebbero causare anche sensibilità e dolore nella regione pelvica. Nel caso in cui si sospetti una patologia di questo tipo, si consiglia vivamente di consultare il ginecologo.

Se si verificano dolore e sensibilità, prova ad applicare un impacco freddo per un rapido sollievo e ridurre l'irritazione. Tieni presente che, per eliminare il dolore e la sensibilità, deve essere risolta la causa principale del disturbo. Se la sensibilità persiste, consultare il medico.