Infezioni vaginali:
cause, sintomi e trattamenti

Lo sapevi che quasi tutte le donne soffrono occasionalmente di disturbi vaginali nel corso della loro vita? Se hai fastidi intimi come prurito, perdite o arrossamenti, non preoccuparti, non sei sola.

Le infezioni sono la principale causa di problemi intimi. Le più comuni sono la vaginosi batterica e la micosi vaginale, conosciuta anche come Candida. Vuoi saperne di più sui possibili trattamenti, allora continua a leggere!

Vaginosi batterica

La vaginosi batterica (VB) si sviluppa quando il normale equilibrio della flora batterica vaginale viene alterato. Normalmente i lattobacilli buoni costituiscono la flora dominante, ma quando si sviluppa una VB significa che batteri indesiderati si stanno moltiplicando a danno dei lattobacilli buoni.

I sintomi della vaginosi batterica possono includere:

  • Cattivo odore, come di pesce, (più evidente dopo un rapporto sessuale)
  • Perdite bianco-grigiastre
  • Bruciore vaginale che aumenta durante la minzione
  • Prurito vaginale

Quali sono le cause della vaginosi batterica?

Le cause dell'alterazione della flora batterica vaginale non sono del tutto note. Ci sono però alcuni fattori che aumentano il rischio e l’attività sessuale, ad esempio, è uno di questi.

Quando si ha un rapporto sessuale non protetto, il pH vaginale diventa meno acido, a causa dello sperma che è alcalino. Questo non è necessariamente un problema, ma un incremento del pH vaginale (corrispondente a una minore acidità) può aumentare la possibilità di sviluppare una vaginosi batterica.

Trattamento e prevenzione:

Di solito, il trattamento più comune è costituito dagli antibiotici. In caso di vaginosi batteriche, si possono anche utilizzare prodotti per il benessere intimo che ottimizzano la flora vaginale. Questi non solo agiranno contro la VB, ma saranno d’aiuto nel prevenirne i fastidi.

Micosi vaginale

Una micosi vaginale, nota anche come Candida, è un’altra causa comune di disturbi intimi e deriva dall'eccessiva proliferazione di un particolare lievito, normalmente la Candida albicans. Non è ancora del tutto chiaro come e perché si sviluppino questo tipo di infezioni, ma possono avere un ruolo i seguenti fattori:

  • Antibiotici
  • Pillola anticoncezionale o terapie ormonali
  • Sistema immunitario indebolito
  • Gravidanza
  • Diabete

Un'infezione micotica vaginale può scatenare fastidi come:

  • Prurito
  • Bruciore vaginale che peggiora durante la minzione e i rapporti sessuali
  • Perdite bianche di consistenza simile alla ricotta
  • Irritazioni vaginali
  • Arrossamenti e gonfiori dell’area genitale esterna
Trattamento e prevenzione

Per trattare una micosi vaginale esistono diverse opzioni. Uno dei rimedi più utilizzati è la terapia a base di antimicotici, da assumere per bocca o come applicazione locale.

Sono disponibili anche prodotti di automedicazione, acquistabili senza bisogno di prescrizione. Questi trattamenti aiutano ad alleviare i sintomi di un’infezione micotica. Se prendi in considerazione questi prodotti, ti consigliamo di preferirne uno con ingredienti di origine vegetale che aiutino a proteggere la flora vaginale.