Differenza tra vagina e vulva

Se viene richiesto di nominare i principali organi del sistema riproduttivo femminile, la maggior parte delle persone nominerebbe spontaneamente l’area vaginale, l’utero e le ovaie. Tuttavia, questo non è totalmente corretto. E’ un errore comune pensare che la vagina sia l'organo riproduttivo visibile sulla superficie. Molte persone, infatti, non conoscono la differenza tra l’area vaginale in senso stretto, e la vulva. Ciò non sorprende, dal momento che la salute vulvovaginale è solitamente indicata come salute dell’area vaginale, e l'igiene vulvovaginale è più spesso definita igiene vaginale. La comodità di utilizzare le parole più corte, ha superato la necessità di essere precisi. La differenza tra vagina e vulva è principalmente anatomica ed istologica, corrisponde a diverse esigenze di igiene, e a malattie differenti.

Anatomia della vagina e della vulva

La vulva è la parte esterna del nostro sistema genitale. E’ composta da grandi labbra e piccole labbra,clitoride, monte di Venere, apertura delle strutture anatomiche della vagina e altri elementi. Le "doppie porte" - grandi labbra e piccole labbra - aiutano a proteggere l'interno della vagina da contaminanti esterni. Inoltre, la vulva fornisce anche la necessaria idratazione, grazie alle ghiandole situate nelle labbra.

La vagina è il canale che collega la vulva alla cervice e all'utero. Si tratta di un organo elastico ricoperto di tessuto mucoso, con la propria flora microbica e un pH acido specifico. Svolge un ruolo fondamentale nella conservazione e nel trasporto degli spermatozoi verso l'utero e le tube di Falloppio, per la fecondazione dell’ovulo, e per la nascita del bambino. Le misure esatte della vagina rimangono un oggetto di discussione, ma variano certamente da donna a donna. La lunghezza media è di circa 8 cm ma, durante l'eccitazione, diventa molto elastica e può distendersi in misura ben maggiore.


"La ragione di ciò sta nell’errore comune che la vagina sia l'organo riproduttivo visibile sulla superficie."


Igiene vulvovaginale

La vagina è un organo autopulente. Questo significa che, in circostanze normali, non è necessario detergere l'interno. La vulva, invece, dovrebbe essere detersa regolarmente almeno una volta al giorno, per proteggere la vagina da potenziali contaminazioni.

Per una corretta igiene intima, non si dovrebbero mai usare prodotti contenenti sapone o prodotti chimici aggressivi, perché possono danneggiare l'equilibrio della flora batterica fisiologica e asportare i suoi naturali componenti protettivi, lubrificanti e idratanti. A volte, l'equilibrio della flora vaginale viene alterato o si verifica un’infezione, ed è quindi necessaria una cura supplementare. In questo caso, è importante riconoscere i sintomi e contattare il medico, al fine di applicare il corretto trattamento.