Come trattare la secchezza vaginale

Hai mai sofferto di irritazione nell’area intima? O hai mai provato altri disagi come prurito, bruciore (durante la minzione), leggero sanguinamento dopo il rapporto sessuale, dolore durante la penetrazione, senso di indolenzimento o infiammazione? Potrebbe essere secchezza vaginale.

Questa condizione è un sintomo frequente durante la menopausa, ma può colpire le donne di ogni età. Altre cause legate a questa condizione sono i cambiamenti ormonali, che possono verificarsi dopo il parto o durante l'allattamento, in conseguenza a terapie antitumorali, o l'utilizzo di alcuni farmaci.

La secchezza può anche essere causata da stress e ansia, eccessivo esercizio fisico, alcool, caffeina o sigarette. Anche se la secchezza vaginale può sembrare un problema di minore entità, può ridurre seriamente la qualità della vita. Trattare la secchezza vaginale è molto importante, non solo per il benessere fisico, ma anche per lo stato emotivo e la salute delle relazioni. Ecco alcuni dei più comuni trattamenti che possono essere utili nell’affrontare questa problematica.

Trattamenti a base di estrogeni

La ragione principale della secchezza è il calo di estrogeni, un ormone che rende l’area vaginale umida ed elastica. Ed è proprio per questo che molti trattamenti sono basati sul ripristino dei livelli naturali di estrogeni. La terapia ormonale può essere orale, soprattutto se altri sintomi della menopausa sono presenti, oppure topica (cerotti ormonali), o vaginale.

Trattamenti vaginali a base di estrogeno includono anelli contenenti estrogeni, compresse o creme.


"Trattare la secchezza vaginale è molto importante, non solo per il benessere fisico della donna, ma anche per il suo stato emotivo e la salute delle relazioni"


Trattamenti senza ormoni

Insieme a una terapia ormonale, puoi provare un idratante vaginale che, con l’uso regolare, mantenga i tessuti umidi ed elastici, alleviando così quei sintomi come l’irritazione, bruciore e indolenzimento.

Nel rapporto sessuale la donna può soffrire di secchezza vaginale e rapporti dolorosi, se non ha raggiunto il giusto grado di eccitazione. I preliminari sono quindi importanti, anche al fine di evitare disagi. Tuttavia, lubrificanti in grado di ridurre l'attrito provocato dalla penetrazione, possono offrire un sollievo temporaneo dal dolore durante il rapporto intimo. Generalmente possono essere a base d'acqua, silicone o olio. E’ importante tenere presente che i lubrificanti a base di olio non dovrebbero essere utilizzati con i preservativi in lattice, dal momento che, spesso, ne causano la rottura lasciando esposti a infezioni a trasmissione sessuale, o a una gravidanza non pianificata.

La differenza principale tra lubrificanti e idratanti consiste nel fatto che, gli idratanti sono in grado di offrire un effetto più a lungo termine, mentre i lubrificanti sono utilizzati prima del rapporto, per alleviare temporaneamente attrito e dolore.